Pinguini Tattici Nucleari – Pastello Bianco

Pinguini Tattici Nucleari - Scrivile Scemo

ARTISTA: Pinguini Tattici Nucleari
TITOLO: Pastello Bianco
ETICHETTA: RCA Records Label
EDIZIONI: Tuttomoltobenegrazie srl, BMG
RADIO DATE: 17/09/2021

Da Venerdì 17 settembre su Radio Sound PASTELLO BIANCO, singolo già certificato Disco D’Oro ed estratto da AHIA!, l’EP (Disco di Platino) dei Pinguini Tattici Nucleari uscito il 4 dicembre 2020.

É un’autentica collezione di Dischi d’Oro, di Platino e Doppio Platino quella che accompagna il successo di una delle band più amate, cresciuta a pane e live nei piccoli club e arrivata nel giro di poco tempo, nei loro meravigliosi 24 anni, a segnare il podio del Festival di Sanremo alla sua settantesima edizione con il brano Ringo Starr – due volte Platino e per mesi ai vertici di tutte le classifiche – e a partecipare come ospiti all’edizione del Festival 2021. Oggi tornano con un nuovo estratto dell’ultimo EP, sperando di riaprire presto un nuovo capitolo, che possa includere la musica dal vivo.

“Come Pinguini Tattici Nucleari abbiamo sempre avuto paura di suonare delle ballate, vuoi perché veniamo da una formazione molto rock ‘spinto’, o anche solo perché abbiamo sempre pensato che non ci riuscissero benissimo. Nel caso di Pastello Bianco, però, da subito abbiamo capito che era un caso diverso: è una canzone nuda, semplice, senza troppi orpelli, con un suono classico e orchestrale. È di fatto il secondo capitolo dopo un altro nostro pezzo, Ridere. È come se i due brani fossero legati da un filo invisibile, si completano.” Scrive Riccardo Zanotti su Pastello Bianco.

Richiedi la tua canzone! Invia un WhatsApp vocale al 333 7575246

BIOGRAFIA Pinguini Tattici Nucleari

È Riccardo Zanotti, classe 1994, il volto, la voce (nonché compositore e autore) del progetto Pinguini Tattici Nucleari, accompagnato in questa avventura dagli inseparabili Elio Biffi (tastiere), Nicola Buttafuoco (chitarra), Matteo Locati (batteria), Simone Pagani (basso) e Lorenzo Pasini (chitarra).

Nel 2014 esce il primo album ufficiale, Il re è nudo, mentre Riccardo si trasferisce a Londra e si iscrive alla University of Westminster, che terminerà nel 2017 con una laurea in Commercial Music BA (Hons). Dall’Inghilterra studia, lavora e produce. Il 18 dicembre del 2015 esce il secondo album Diamo un calcio all’Aldilà e, nemmeno il tempo di laurearsi che è il momento del terzo disco, Gioventù Brucata, pubblicato il 17 aprile 2017. Nell’agosto dello stesso anno i PTN partecipano alla venticinquesima edizione del Sziget Festival di Budapest.

È il 2019 l’anno del cambiamento. Il 5 aprile esce per Sony Music il quarto album, Fuori dall’hype, che entra direttamente al 12° posto della classifica FIMI/Gfk degli album più venduti, per rimanere poi diversi mesi nella rosa dei primi 50. Fuori dall’hype è un successo incredibile: supera nel 2019 i 70 milioni di streaming complessivi mentre i brani Irene (contenuto in Gioventù Brucata) e Verdura conquistano il Disco d’oro a un mese di distanza l’uno dall’altro.

Il primo tour primaverile nei club parte all’insegna dei sold out, e l’estate non è da meno: la band raggiunge oltre sessantamila presenze totali. Nello stesso anno partecipano al disco Faber Nostrum, album tributo a Fabrizio De André, con una rivisitazione del brano Fiume Sand Creek, e a ottobre viene presentato al Lucca Comics & Games Pinguini Tattici Nucleari a fumetti, un fumetto totalmente dedicato alla band edito da Beccogiallo Editore realizzato dai disegnatori più promettenti del panorama italiano, e diventato subito un best seller su Amazon.

A settembre la band annuncia un tour nei palazzetti, e i biglietti per la data al Mediolanum Forum vengono polverizzati in 20 giorni. Si annuncia un secondo Forum e altre date ma il tour viene rimandato*. La band ha ottenuto il terzo posto alla 70sima edizione del Festival di Sanremo con RINGO STARR, interamente scritto e composto da Zanotti, stabile ai vertici delle classifiche radio, streaming e certificato triplo disco di platino.

La canzone è contenuta in FUORI DALL’HYPE RINGO STARR (Sony Music), il repack uscito a febbraio 2020 che oltre alle 10 tracce di Fuori dall’hype (certificato doppio platino), contiene le nuove versioni di Irene e di Cancelleria, e gli inediti Bergamo, La Storia Infinita (platino) e l’ultimo Ridere, sempre platino, uscito ad aprile 2020 e numerosi Dischi D’Oro: Verdura, Irene, Antartide, Nonono, Lake Washington Boulevard, La banalità del mare, Monopoli…Nell’estate, la band ha partecipato come ospite a numerose rassegne, da Giffoni Film Festival a Battiti, da Musicultura al Festival di Castrocaro fino a due date all’Arena di Verona per Heroes e per RTL Power Hits. Scrivile Scemo diventa in poco tempo Doppio Platino insieme all’EP Ahia!, certificato Disco di Platino.

Tra le varie iniziative e le numerose partecipazioni televisive, nell’estate 2021 partecipano ancora una volta a Battiti Live e ai Seat Music Awards all’Arena di Verona.

Per le date live e gli aggiornamenti, segui i Pinguini Tattici Nucleari sul sito https://www.bpmconcerti.com

Video – Pinguini Tattici Nucleari – Pastello Bianco

Scopri altra musica e metti “mi Piace” alla pagina Facebook di Radio Sound.
E sei vuoi informarti con le notizie di Piacenza, ti consigliamo di seguire la pagina di Piacenza 24.

Pinguini Tattici Nucleari – Pastello Bianco

Testo – Lyrics

E se m’hai visto piangere
Sappi che era un’illusione ottica
Stavo solo togliendo il mare dai miei occhi
Perché ogni tanto per andare avanti sai, avanti sai
Bisogna lasciar perdere i vecchi ricordi

Mi chiedi come sto e non te lo dirò
Il nostro vecchio gioco era di non parlare mai
Come due serial killer interrogati all’FBI
I tuoi segreti poi a chi li racconterai?
Tu che rimani sempre la mia password del Wi-Fi
E chi sa se lo sai
Per favore, non piangere
E non ci rimanere malе
Che noi due ci conosciamo benе
Dalla prima elementare
E scrivevo tutti i miei segreti
Col pastello bianco sul diario

Speravo che venissi a colorarli
E ti giuro, sto ancora aspettando
E se m’hai visto ridere
Sappi che era neve nel deserto ma
Ormai di questi tempi non mi stupisce niente
Ti chiedo come stai e non me lo dirai
Io con la Coca-Cola, tu con la tisana thai
Perché un addio suona troppo serio
E allora ti dirò bye bye (bye bye)

Seduti dentro un bar poi si litigherà
Per ogni cosa, pure per il conto da pagare
Lo sai mi mancherà, na-na-na-na
Per favore non piangere
E non ci rimanere male
Che noi due ci conosciamo bene
Dalla prima elementare
E scrivevo tutti i miei segreti
Col pastello bianco sul diario
Speravo che venissi a colorarli
E ti giuro, sto ancora aspettando
Tu mi hai insegnato la differenza tra le ciliegie e le amarene

E io non la dimenticherò più
E ti auguro il meglio, i cieli stellati
Le notti migliori e le docce di altri
Dove tu forse non stonerai più
Per favore non piangere
E non ci rimanere male

Che noi due ci conosciamo bene
Dalla prima elementare
E scrivevo tutti i miei segreti
Col pastello bianco sul diario
Speravo che venissi a colorarli
E, ti giuro, sto ancora aspettando

Radio Sound
App Galley