Pasqua in salute

Pasqua in salute –  “Maj dire dieta” rubrica condotta dalla dietista Monica Maj in onda ogni giovedì alle 9.30 su Radio Sound (Fm 95.0 – Fm 94.6 – Streaming).
Siamo arrivati a Pasqua e di solito, rispetto alle festività natalizie si predilige il pranzo al ristorante e a Pasquetta il pic nic. E’ possibile, nonostante i giorni di festa, mantenere il proprio peso utilizzando piccoli accorgimenti.
 

Audio – Maj dire dieta – Pasqua in salute


 
 

Pasqua in salute

Siamo arrivati a Pasqua e di solito, rispetto alle festività natalizie si predilige il pranzo al ristorante e a Pasquetta il pic nic. E’ possibile, nonostante i giorni di festa, mantenere il proprio peso utilizzando piccoli accorgimenti.
• Se abbiamo esagerato con il pranzo pasquale, possiamo cenare utilizzando cibi a bassa densità calorica.
• Al ristorate non concediamoci alcun bis, ma serviamoci una volta sola a portata
• E’ possibile chiedere porzioni ridotte o in caso di piatti molto ricchi, avanzare una piccola quantità.
• Sorseggiare lentamente il bicchiere di vino, in modo da non doverne bere in quantità eccessiva
• Scegliere tra i seguenti alimenti:

1 antipasti con verdure grigliate;
2. primi piatti conditi semplicemente, per esempio con pomodoro fresco e basilico o con verdure;
3. carne o pesce cucinati ai ferri, grigliati o al forno;
4. verdure miste cotte o crude (evitando patate e legumi)
5. macedonia di frutta fresca o sorbetto

• Se abbiamo mangiato il primo piatto non tocchiamo il pane presente a tavola.
• Alla fine del pranzo concediamoci una bella passeggiata all’aria aperta che favorisce la digestione e consente di consumare parte delle calorie introdotte.
Se a Pasquetta optiamo per il pic nic, facciamo attenzione alla conservazione degli alimenti, in modo da non rovinare la festa con un’odiosa intossicazione.
Ecco 5 consigli utili:
1) non impacchettare i cibi per il picnic appena cotti o se sono ancora caldi in quanto l’involucro rallenta il raffreddamento aumentando i rischi di crescita dei batteri; è opportuno refrigerare gli alimenti da portare all’aperto per almeno 12 ore in frigorifero;
2) i cibi e le bevande deperibili compresi i panini e le insalate già preparate, devono essere tenute in borse termiche dotate di pani di ghiaccio;
3) preparare il cibo in porzioni pronte per il consumo che consentano di ridurre al minimo la necessità di manipolarli all’aperto, magari in assenza di acqua per lavarsi le mani;
4) se l’automobile è dotata di condizionatore, è opportuno trasportare le borse frigo all’interno dell’abitacolo e non nel bagagliaio dove la temperatura è più elevata;
5) se l’area di campeggio è sprovvista di frigorifero, evitare di utilizzare cibi deperibili: sono disponibili prodotti stabilizzati (UHT, scatolame, liofilizzati) che danno maggiori garanzie di conservabilità all’aperto.
Buona Pasqua a tutti.
 
 

Per info e contatti: dietista@monicamaj.it

Mai dire dieta con la dietista Monica Maj: Ogni giovedì alle 9.30 su Radio Sound (Fm 95.0 Fm 94.6 – Streaming )

Radio Sound
App Galley