Cino Tortorella – Non abbiate paura. C’è vita dopo la vita

Oggi, 23 marzo, è morto Cino Tortorella, conosciuto da generazioni di bambini come il Mago Zurlì. Si è spento all’età di 89 anni, ne avrebbe compiuti 90 a giugno. Vogliamo omaggiarlo riproponendo una intervista fatta in diretta su Radio Sound pochi giorni fa.

Attore, presentatore televisivo, regista, autore, giornalista, gastronomo ha portato al successo trasmissioni televisive indimenticabili e di recente ha scritto un libro dal titolo “non abbiate paura. C’è vita dopo la vita”.

 

In questo appuntamento con l’AperiLibro, rubrica che tratta libri, parliamo con Cino Tortorella.

 

Audio Cino Tortorella – Non abbiate paura. C’è vita dopo la vita

 

 

Titolo: C’è vita dopo la vita
Sottotitolo: Non abbiate paura
Autore: CINO TORTORELLA
Curatore: Chiara Tortorella
Prefazione: Cino Tortorella / Salvatore Giannella
Editore: Tracceperlameta Edizioni
ISBN: 978-88-98643-82-0
Collana: Cinabro – Visual | Cultura e Società
Genere: Narrativa
Pagine: 224
Prezzo di listino: € 16,00
Pagina web: www.tracceperlameta.org

 

Sinossi – Cino Tortorella – Non abbiate paura. C’è vita dopo la vita

15 ottobre 2007, ore 9.27, sala pronto soccorso dell’ospedale Sant’Ambrogio di Milano: il mio cuore ha cessato di battere per alcuni minuti. (…) Quello che ho vissuto in quei lunghissimi secondi è rimasto impresso nella mia memoria e continuamente si arricchisce di particolari. È stato uno dei più importanti “se” che hanno segnato la mia vita, i “se” che cercherò di raccontare nelle pagine di questo libro. (…) Ho capito che, se sono uscito per ben due volte dal tunnel (ma perché chiamare tunnel quel sentiero luminoso?), è perché devo fare ancora qualcosa che sia utile a qualcuno.

E sono deciso a farlo. (…) Da allora non ho amato mai così la vita e non ho mai desiderato tanto di rendermi utile a chi ne ha bisogno. Incominciando col ripetere l’esortazione di Papa Wojtyla: “Non abbiate paura”.

 

Scopri altri libri nella sezione #AperiLibro

 

L’Autore – Cino Tortorella

Cino Tortorella nasce a Ventimiglia (IM) e agli inizi degli anni “50 si diploma alla Scuola d’Arte Drammatica diretta da Giorgio Strehler.
È uno dei personaggi più noti della Televisione Italiana. Ha ricevuto moltissimi premi tra i quali il Telegatto, l’Antenna d’oro, la Noce d’oro.

È stato il primo italiano a essere nominato Ambasciatore Unicef. È nel Guinnes dei primati per aver condotto la stessa trasmissione (lo Zecchino d’Oro)per più anni consecutivi.
Lo Zecchino d’Oro, da lui ideato, scritto e condotto per cinquanta edizioni, è stato dichiarato dall’Unesco – unica trasmissione televisiva al mondo – Patrimonio dell’Umanità per una Cultura di Pace.

 

Cino Tortorella, passato alla storia come il Mago Zurlì e uno dei più grandi personaggi della RAI, è autore di libro che si legge di un fiato, testimonianza unica di vicende culturali vissute da lui in prima persona e che abbracciano tutta la seconda metà del Novecento fino ai giorni nostri. Attore, presentatore televisivo, regista, autore, giornalista, gastronomo ha portato al successo trasmissioni televisive indimenticabili, quali Zurlì Mago del giovedì, Lo Zecchino d’Oro, Chi sa chi lo sa?, Dirodorlando, Scacco al re, Giococittà, Il momento della verità, Cuochi Fatui con personaggi famosissimi come, tra gli altri, Richetto e Topo Gigio.

Ha collaborato con Tele Alto Milanese e fondato nel ’77 con Enzo Tortora, Renzo Villa e Beppe Recchia, Antenna 3 Lombardia che si è subito imposta come la più importante televisione privata italiana aprendo la strada al grande filone delle tv commerciali con programmi come autore e regista, quali il Pomofiore, La bustarella, Ric e Gian Show, Una fetta di sorriso (in collaborazione con l’UNICEF), Telebigino (con Roberto Vecchioni).

Ha collaborato per i programmi televisivi di Canale 5 (Bravo Bravissimo e Premio Mozart), Rete 4, Italia 1, Telecinco, Euro TV (Il grillo parlante con Beppe Grillo).

Ha realizzato, inoltre, alcuni numeri unici fra i quali una edizione speciale del primo sbarco sulla luna e due grandi spettacoli nella sala Paolo VI in Vaticano che hanno aperto e concluso il grande giubileo alla presenza del Santo Padre Papa Giovanni Paolo II.

Come giornalista ha collaborato con Topolino, Il Corriere dei Piccoli e Il Giornalino. Ha fondato e diretto il mensile di gastronomia Sapori d’Italia e Gustare l’Italia e ha collaborato per dodici anni a Grand Gourmet. Ha ricevuto moltissimi premi tra i quali il Telegatto, l’Antenna d’oro, la Noce d’oro.

È stato il primo italiano a essere nominato ambasciatore Unicef. È nel Guinness dei primati per aver condotto la stessa trasmissione (Lo Zecchino d’oro) per più anni consecutivi.

Questo libro che è la storia di una vita, è anche un inno alla vita. Quando, infatti, Cino Tortorella nella parte finale parla con estremo pudore dei giorni della malattia in cui sperimenta le disavventure fisiche che lo portano per ben due volte in fin di vita, ecco che emerge la certezza positiva che ha sempre guidato i suoi passi.

Questo libro, quindi, rappresenta anche il bisogno dell’autore di dare a tutti un ulteriore messaggio, facendo sue le parole del Papa: C’è vita dopo la vita! Non abbiate paura!

La “chiarità di luce” che lo ha avvolto nei momenti più drammatici e gli ha dato pace, annullando lo spazio temporale e facendogli sentire vicini gli affetti più cari, la mamma, il papà mai conosciuto, la sorellina e le persone buone incontrate durante tutta la vita, gli ha fatto ulteriormente apprezzare la vita, dandogli quasi il senso del dover comunicare che non viviamo per caso e non viviamo avvolti dal nulla, ma il Bene e il Buono sono sempre in noi.

Radio Sound
App Galley